ridere dei nostri giorni
impianti fotovoltaici impiantistica fotovoltaica
sfumetto@sfumetto.net
Vai ai contenuti

Menu principale:

Le meglio > lunghe

Pagine di barzellette lunghe a tutto umorismo - 11

   
    
1
storiella dell'anziano che si confessa

          
    
    
-Un anziano si confessa-
Padre io ho molto peccato
Dimmi figliolo, che cosa hai fatto?
Sa, quando c'era la guerra ho tenuto nascosto in casa un ebreo...
E questo sarebbe un peccato? Ma è un'azione meritoria della massima ammirazione. Tu gli hai salvato la vita!
Però io gli ho chiesto dei soldi...
Questo non e' bene, figliolo... e, dimmi, quanto gli hai chiesto?
Centomila lire al giorno...
Questo non è bene, ma resta il fatto che gli hai salvato la vita... Di dieci ave maria e vai in pace
Padre una domanda:  sarà il caso che glielo dico che la guerra è finita?  




   
    
2
barzelletta un pò lunga al manicomio
          
    
    
-Al manicomio è giorno di visita. Un tale chiede al direttore come fa a vedere se uno è matto
Il direttore gli fa vedere una vasca piena di acqua con vicino una tazza, un bicchiere ed un cucchiaio e gli dice:-
Vede chiediamo come si farebbe a svuotarla.
Be io direi con la tazza
No. Si toglie il tappo. Preferisce una camera fronte strada?



   
    
3
barzelletta lunga sull'amante della moglie
    

       - La moglie è con l'amante quando il marito torna a casa.
Allora cosparge l'amante di crema e di borotalco e gli dice di stare in piedi fermo per sembrare una statua
Il marito entra e chiede alla moglie : -
Cosa è questo?
Una statua caro. L'ho presa oggi al mercatino delle pulci. L'ha presa anche la nostra giovane vicina la signora Rossi così l'ho comprata anche io.
Va bene. Se ti piace così tanto possiamo tenerla.
-Così cenano e vanno a dormire.
In piena notte il marito si alza e va in cucina. Fa un panino, prende un bicchiere di acqua e li lascia sul tavolino vicino alla statua dicendogli: -
Ti lascio qualcosa da mangiare, io sono stato dai Rossi per tre giorni e so cosa significa non mangiare per tanto tempo.


   
    
4
barzelletta dei cammelli in lunghe camminate nel deserto
    
    
-Un cammello cucciolo parla al papà.-
certo che noi siamo bruttini con questi piedi grandi
ma che dici figliolo. Questi piedi grandi sono utilissimi per camminare sulla sabbia del deserto.
E' vero papà non ci acevo pensato. Ma papà queste ciglia lunghe non sono bellissime
Servono per coprire gli occhi nelle tempeste di sabbia così possiamo vedere
E' vero papà non ci acevo pensato. Però le gobbe non mi piacciono
E' la nostra riserva di acqua per le lunghe camminate nel deserto
-Il cucciolo pensa poi dice-
Senti papà tu parli del deserto, delle tempeste, delle carovane. Ma allora perchè viviamo allo zoo?


     
           
 


Sei nelle barzellette lunghe - 11
ridere dei nostri giorni
ridere dei nostri giorni
sfumetto@sfumetto.net
Torna ai contenuti | Torna al menu